Seventeen Seconds

suoni tribali

It’s not a case of doing what’s right It’s just the way I Feel that matters

Dichiarazione d’intenti nemmeno troppo velata nei versi che introducono Play For Today, manifesto, via maestra che conduce alla scoperta del granitico, a tratti lugubre secondo album inciso per la Fiction Records dai The Cure,Seventeen Seconds. Accantonate le atmosfere brillanti, luccicanti da liceali, i suoni scarni del debutto, per il ritorno in studio Robert Smith opta di spegnere la luce come dimostrano i presagi nel singolo che anticipa l’uscita del disco, A Forest. Inno alla New-Wave che svela il fascino tetro dell’oscurità descritta dal tocco di Robert Smith in questo capolavoro Dark-Pop reso immortale nelle esecuzioni live e primo videoclip ufficiale della bandinglese.

I hear her voice Calling my name The sound is deep In the dark
I hear her voice And start to run
Into the trees, Into the trees.

View original post 246 altre parole

Categorie Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close