Wish

suoni tribali

Il ritorno al Dark, cupo, alienante confezionato in Disintegration non trova seguito nel successivo capitolo griffato The Cure. Wish; desiderio di ricambio e cose impossibili, To Wish ImpossibleThings, porta con sé una serie di questioni interne difficili e fastidiose, il doloroso ma inevitabile licenziamento di Lol Tolhurst in fase di registrazione del precedente costringe Robert Smith a risorgere un’ennesima volta, ricostruirsi moralmente e artisticamente allungando i tempi di lavorazione dedicati alla nuova creatura. Rifiorire, cercare in qualche modo di percorrere il successo del capolavoro oscuro non rientra nei piani della band che vira decisa verso un sound più alternativo, Rock orecchiabile, un discreto rimando al Pop già sperimentato, un rilascio che taglia con il recente passato. La fiducia nei propri mezzi spinge i Cure verso un nuovo risoluto risvolto romantico, sentimentale in carriera, lato misterioso e passionale della vita affrontata con leggerezza e grande respiro. Ovviamente la…

View original post 86 altre parole

Categorie Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close