Repeater

suoni tribali

I Fugazi, rabbiosa impersonificazione del Do It Yourself messo in pratica meglio che da chiunque altro, pubblicano il loro album full-length d’esordio, disco che rappresenta una della più innovative produzioni di fine novecento, pietra miliare del Post-Rock, del Post-hardcore che identifica la coerenza, l’estrema dedizione alla sperimentazione della band di Washington D.C.,Repeater, questo il titolo, anticipa Crossover, New Hard-Core, suonando un Punk di qualità, furore e disagio, il manifesto più calzante di quella che sta per diventare la musica Indie.

Repeater, pur riconoscendone l’influenza, pur costruendosi un contesto sociale dal quale sfidare le major, si distanzia creativamente dalle classiche pubblicazioni a sfondo politico, Black Flag, DeadKennedys per citare alcuni esempi, GuyPicciotto e Ian Mackaye riescono a concentrare rabbia, intensità e sangue senza disdegnare le qualità, le sperimentazioni compositive ponderate. Il fuoco giovanile si prende i giusti spazi senza tracimare nella foga, nella violenza fine a…

View original post 82 altre parole

Categorie Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close