This Is Not a Studio TV, Josh, Turn Those Lights Out, It’s a Fucking Rock Concert

suoni tribali

Il sei aprile ’92 viene pubblicato dai Pearl Jam il secondo singolo estratto dal pluridecorato debutto discografico Ten, Even Flow, canzone che prende vita da un riff di Stone Gossard e completata dalle parole di Eddie Vedder, un testo molto criptico che svela la condizione disumana di molti senza tetto in America, nello specifico a detta di Eddie, di un homeless che abitualmente sostava vicino il loro quartier generale in quel periodo e con il quale il cantante spesso scambiava qualche chiacchiera. Il brano alterna il classico incedere rock a qualche spruzzata psichedelica. Esistono due registrazioni ufficiali del pezzo, incise con batteristi differenti in circostanze e tempi diversi; la versione presente sull’album con Dave Krusen alle pelli e quella utilizzata per la stampa in vinile inglese, finita anche nel Greatest Hits 1991-2003 uscito nel 2004 con il successore di MattChamberlain da poco subentrato a Krusen nell’infinita serie di…

View original post 168 altre parole

Categorie Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close