Tiny Music..From The Vatican Gift Shop

#TinyMusic25

suoni tribali

È il ’95, Scott Weiland sta scontando in carcere la condanna per possesso di crack, eroina e altri artifici sintetici. La condizione di tossicomane del frontman sta assumendo ogni giorno proporzioni sempre più drammatiche, contestualmente al successo, i primi importanti ricavi delle fortunate pubblicazioni Stone Temple Pilots, Core e Purple. Le prigioni per Scott rivelano una vena composita nuova, inedita, molto personale, la scrittura che indica la strada per il nuovo capitolo STP, Tiny Music..from the Vatican Gift Shop, album che prende forma dall’opera certosina dei fratelli DeLeo che, unendo melodie composte nel periodo senza Scott e testi del galeotto compagno tessono le trame che vanno a comporre la tela del terzo lavoro in carriera. Il disco tra comprensibili problematiche, una gestazione tribolata per le continue peripezie di Weiland e i personali tentativi di rehab, arriva nei negozi nella primavera ’96, ventisei marzo, senza una vera e completa…

View original post 171 altre parole

Categorie UncategorizedTag ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close