Lou Reed, il vizioso

suoni tribali

Lewis Allan “Lou” Reed, originario di Long Island, nell’immaginario collettivo rappresenta tutto il vizio, le maldicenze dei luoghi più malfamati di New York, Lou Reed ne raffigura ilvolto, l’immagine più torbida. Bisessuale dichiarato già in giovanissima età viene costretto dalla famiglia perbenista a trattamenti quali l’elettroshock, eventi che segnano drasticamente la personalità e le spesso impresentabili manifestazioni sociali, deviate, malate di Lou. Innamorato del Rock’n’Roll sin da bambino inizia l’avventura nel mondo del music biz una volta trasferitosi nella City, dove tra progetti abortiti e diverse sperimentazioni conosce il polistrumentista John Cale, colonna portante con Reed dei Velvet Underground, band che sboccia nel ’66, ben presto capace di plasmare il sound dei bassifondi cittadini. The Velvet Underground diventano in poco tempo gruppo di punta del laboratorio artistico Factory, centro culturale creato da Andy Warhol, geniale artista-talent scout che si lega ai musicisti, soprattutto al decadente e oscuro

View original post 657 altre parole

Categorie Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close