Litfiba 40

Il 6 dicembre 1980 alla Rokkoteca Brighton di Settignano, nient’altro che la Casa Del Popolo del paesino vicino Firenze, si esibiscono per la prima volta i Litfiba nella formazione storica Piero Pelù voce, Ghigo Renzulli chitarra, Gianni Maroccolo basso, Antonio Aiazzi tastiere e Francesco Calamai batteria, sostituito nell ’83 da Franchi a sua volta messo da parte dopo poco per far spazio nello stesso anno a Ringo De Palma.



La band formatasi solo due mesi prima nella cantina di Via de’ Bardi a Firenze sale sul modesto palco e suona una setlist di brani mai incisi o risuonati, serata unica per i presenti che assistono alla nascita di una delle storie più influenti e longeve della musica alternativa italiana. L’attività inizia con alcuni Ep, il primo omonimo del 1982 seguito dal singolo Luna/La Preda poi è la volta della colonna sonora dello spettacolo teatrale Eneide di Krypton e altre partecipazioni a compilation, un live registrato a Berlino e per finire prima del primo importante salto l’Ep Yassassin con Ringo nuovo batterista.



Nel 1985 la firma con la I.R.A. Records di Alberto Pirelli e l’album d’esordio che inaugura la Trilogia Del Potere, Desaparecido.


Un altro Ep leggendario, Transea, prima del secondo lavoro, l’ambizioso 17Re (1987), riconosciuto da fan e critica come apice artistico del nucleo originale del gruppo che si lancia nell’avventura di un tour che porta alla realizzazione del primo live ufficiale, 12-5-87 (aprite i vostri occhi). Un anno più tardi esce l’ultimo capitolo della Trilogia, Litfiba 3 (1988). Con la pubblicazione dello studio-live Pirata (1989) e l’apertura del successivo Pirata Tour nel 1989 i Litfiba chiudono la prima parte di carriera, Maroccolo e Ringo lasciano per dissidi con il menagement e Aiazzi li segue da li a poco. Una nuova era si affaccia nel circuito indipendente Rock, la Tetralogia Degli Elementi porta il gruppo fiorentino nel mainstream grazie alle fortunate pubblicazioni di El Diablo (1990) e Sogno Ribelle (1992), raccolta che fa il punto sul passato rivisitando in versione Rock i brani new wave, postpunk degli anni ottanta. I Litfiba da quel momento in poi vivono del binomio artistico Pelù/Renzulli mentre intorno si susseguono cambi di lineup e turnisti.


Nel 1993 e’ la volta di Terremoto, successo clamoroso ampliato dal seguente trionfo nei palazzetti italiani portato alla luce dal documento dal vivo, Colpo Di Coda (1994). Nei mesi successivi la band torna in studio e presenta un nuovo disco d’inediti, Spirito (1994) e un’altra raccolta, Lacio Drom (1995) dopo i quali si conclude la Tetralogia con l’elemento liquido, l’acqua e Mondi Sommersi (1997). I concerti che seguono l’ultima fatica portano ad un nuovo album dal vivo, Croce e Delizia (1998). Il ’99 come dieci anni prima segna una nuova fine e il conseguente reinizio, Pelù lascia Ghigo per insanabili dissapori dopo aver dato alle stampe Infinito (1999) e concluso il tour promozionale dell’album, tra l’altro disco più venduto del catalogo Litfiba. Nei primi anni del nuovo millennio la band ormai orfana di Pelù e condotta dal solo fondatore Renzulli prosegue con alterne fortune e diversi cambi di formazione, Elettromacumba (2000), Insidia (2001) e in fine Essere o sembrare (2005) prima del tanto atteso e sperato annuncio di reunion del sodalizio Renzulli-Pelù.



I primi mesi del 2010 partono con una tournée-reunion che confluisce nel primo episodio della Trilogia Degli Stati, il live corredato d’inediti Stato Libero di Litfiba (2010). La ripartenza viene sigillata dai lavori Grande Nazione (2012) e Eutòpia (2016) e diverse apparizioni con i vecchi compagni Maroccolo e Aiazzi per celebrare gli anni d’oro 80s, i Litfiba portano in giro per l’Italia prima il Trilogia Tour (2013-14) suggellato dal disco Trilogia 1983-1989 live (2013) registrato durante le esibizioni all’Alcatraz di Milano. Un paio d’anni e la band riporta in vita gli anni novanta con la Tetralogia Tour (2015). I Litfiba sono ufficialmente in attività anche se assenti dalla scena musicale da qualche anno, pronti a rinnovare e proseguire questa storia decennale che ha innegabilmente segnato la cultura e la discografia della nostra penisola.


di Gianluca Crugnola














https://youtu.be/4HLc_e2Mhfo



https://www.facebook.com/suonitribali/


https://www.facebook.com/gianlucalive

Categorie UncategorizedTag , ,

Un pensiero riguardo “Litfiba 40

  1. Rileggendo mi fa strano che pur essendo loro dall’uscita di terremoto del 1993, ho cominciato ad amarli ascoltando fata morgana presente in terremoto, e diventando loro fan poi l’unico loro concerto cui sono andato è quello al carroponte di sesto nel 2015 per la tetralogia tour.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close