Jimi

Sono circa le 9 del mattino del 18 agosto 1969 quando Jimi Hendrix sale sul palco per chiudere il festival di Woodstock (avrebbe dovuto chiudersi ufficialmente il giorno precedente) con la sua performance, un set leggendario entrato nella storia della musica live soprattutto per la sua personale rilettura dell’inno americano, un’incredibile ricostruzione della situazione socio-culturale statunitense sul finire degli anni ’60, un paese in guerra e diviso, Hendrix la mette in scena producendo con la sua Fender Stratocaster (Woodstock Strat) suoni che ricordano boati ed esplosioni, un’epico finale che verrà ricordato per sempre.

Questa la più surreale e immortale esibizione di James Marshall “Jimi” Hendrix, nato il 27 novembre 1942 a Seattle. Il più innovativo, geniale e immorale chitarrista di tutti i tempi.

Il Blues è facile da suonare, ma è difficile da sentire dentro. Hendrix

di Gianluca Crugnola

https://www.facebook.com/suonitribali/

https://www.facebook.com/gianlucalive

Categorie UncategorizedTag , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close