The Creature In The Sky

Punk, Rock&Roll, New Wave e altre sonorità contemporanee provengono in gran parte da sperimentazioni musicali iniziate sul finire degli anni ’80 e le ore di alta fedeltà passate ascoltando opere fondamentali nel seguente decennio sono figlie di tali ricerche pionieristiche… Band e artisti influenzati e condizionati dalle tracce lasciate da un gruppo di folletti del Massachusetts, sassolini che indicano la terra promessa del sound, i Pixies, precursori, indicatori del nuovo mondo indipendente, profeti da lì in poi.

Sul finire del 1987 i Pixies pubblicano un Ep, Come On Pilgrim, seguito dal primo Lp, il mitologico Surfer Rosa, 1988, due dischi influenti e seminali ma la svolta epocale arriva con il successivo album, meraviglioso, consacrante, irresistibile, Doolittle si presta a testamento dal quale attingere per realizzare i propri sogni, le proprie fantasie soniche, il lavoro in studio di gruppi alternativi negli anni a seguire raggiungerà vette e suggestioni immortali soprattutto grazie a questi riferimenti, alle tracce incise in questo disco…

Doolittle viene pubblicato il 17 aprile 1989, documento unico e imprescindibile per comprendere le evoluzioni discografiche a seguire, un viatico che spiana la strada a sensazioni e suggestioni pubblicate per darsi una connotazione, un’appartenenza..

15 tracce rumorose, Power-Pop concentrato in circa 37 minuti surreali, immagini distorte, prive di regole, il futuro scritto in pochi attimi dal significato irriverente, minimale, Blake Francis, Kim Deal, Joey Santiago e il drumming di David Lovering concretizzano incubi e speranze di una generazione prossima al Punk-Rock di Seattle, anime inconsapevoli devote a dischi pazzeschi frutto del prolifico genio dei Pixies, Doolittle identifica e quantifica tale genio, Debaser, Tame, Wave Of Mutilation per dirne alcune, tanta energia tra le righe in Gouge Away, Monkey Gone To Heaven, Here Comes Your Man, melodie da disturbati guidate dal basso ispirato della Deal. La vena compositiva dei folletti riesce a sopperire alla mancanza di leggenda intorno a loro, l’aspetto scanzonato, look da scaricatori di porto e fisicità da impiegati oltre alla mancanza di appeal da rockstar viziate e maledette non aiuta la loro immagine ma rafforza l’incredibile e fecondo talento della band di Boston.

Doolittle è l’imperdibile capolavoro che realizza le fantasie deviate insite in giovani looser, frammenti di rivalsa gridati a squarciagola per farsi sentire dal mondo, difendere la propria identità e le proprie scelte in modo da lasciar volare la creatura nel cielo…

Annunci
Categorie Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close